fbpx

Pedalando sulle colline della bellissima cittadina di Montecatini Val di Cecina, abbiamo incontrato un altro gruppo di ciclisti, e insieme ci siamo fermati a bere un caffè. Non ho potuto fare a meno di notare che 2 persone avevano gli pneumatici talmente usurati che si intravedeva la tela interna, e questa cosa mi ha fatto un po’ rabbrividire pensando alla ripida discesa che bisogna affrontare per lasciare Montecatini. La cosa ci ha lasciato molto perplessi poiché non essendo,  i copertoncini per la bici da corsa, molto costosi non andrebbero mai tralasciati. Risparmiare sulla sicurezza per  50 – 60 euro, rischiare di vedersi esplodere una gomma in discesa a oltre 50 chilometri orari, ne vale realmente la pena?

Gli pneumatici poi non sono l’unico aspetto che andrebbe controllato sulla bici: alcuni non controllano mai lo sgancio rapido, dando per scontato che una volta chiuso sia a posto. In realtà le vibrazioni possono svitare i perni della ruota rischiando di perdere la stessa alla prima buca del terreno.

Sapevate che la maggior parte dei costruttori di manubri consigliano di cambiare la curva della bici da corsa o la barra da mtb ogni 2 anni? Questo perchè l’alluminio si snatura con il passare del tempo, allungandosi e perdendo resistenza. Eppure alcuni ciclisti pedalano con manubri vecchi di 10 anni! Parlando di alluminio, anche il telaio stesso non è escluso da usura, essendo la parte portante di tutta la struttura. Se possedete un telaio in acciaio la manutenzione sarà minima, ma se usate un telaio in alluminio o in carbonio dopo qualche anno sarebbe meglio fare una revisione generale ed un controllo accurato da mani esperte.

 

La sella vi sembra un elemento di appoggio che non interferisce sulla sicurezza? Immaginate una sella che si stacca mentre state pedalando…il vostro peso di colpo vi trascinerà in terra. Questo succede se non avete avuto cura della bulloneria sottosella, pulendola e oliandola di tanto in tanto.

 

Una situazione pericolosa che si sta riproducendo negli ultimi anni a causa del continuo alleggerimento dei materiali è lo svitamento della bulloneria della guarnitura in bici da corsa. Succede, e se non ci si accorge di avere i bulloni lenti o addirittura di averne perso uno, si rischia di sentirsi spezzare gli ingranaggi in pieno sforzo.

 

Rimanendo sulla bici da corsa, chi usa tubolari dovrebbe controllare lo stato del mastice almeno una volta ogni 6 mesi. Non si può lasciare il tubolare incollato fino alla prima foratura e non pensarci: scollare un tubolare pedalando è una delle situazioni più pericolose per un ciclista.

 

Questo piccolo elenco di controlli sono tutte piccole cose che i vecchi ciclisti negli anni passati eseguivano quasi quotidianamente, mentre oggi si è persa un pò l’abitudine, a causa probabilmente della società più “social” dal punto di vista mediatico ed internauta ma con meno passaparola fra ciclista e ciclista.

ORDINA LA TUA DACCORDI

Scegli la tua bici Daccordi dalla nostra collezione. Puoi decidere di averla selezionando tra le misure standard o fatta su misura per te, per le tue caratteristiche e per il tuo stile.

ORDINA LA TUA DACCORDI

DACCORDI © COPYRIGHT – 2018 ALL RIGHTS RESERVED

Daccordi S.r.l. - Via Ilaria Alpi 26/28 - 56028 - San Miniato Basso (PI), Italy | T. +39 0571 401447 - F. +39 0571 401512 | info@daccordicycles.com | daccordi@pec.daccordicycles.com
Cap.Soc. EURO 50.000, I.V.   |   C.C.I.I.A REA 150464   |   P.Iva IT01732790504   |  Cod. Univoco e-FATTURA XL13LG4