E’ notizia recente che alcuni città Italiane sono in sul piede di guerra contro le bici parcheggiate male. L’ultima è Pontedera, città molto vicina alla nostra realtà produttiva, ma anche Piacenza e Arezzo come altre hanno iniziato a combattere la cosa con la specifica richiesta di intervento da parte di Vigili e Polizia, che subito hanno agito infliggendo svariate multe ai ciclisti distratti.

Giustissimo, diciamo noi, le regole devono essere rispettate ma da tutti. E questa suona un po’ quasi come una guerra personale di alcuni amministratori, visto che il numero di biciclette fuori posto non sfiora nemmeno lontanamente il numero di auto parcheggiate su marciapiedi, posti per invalidi, strisce pedonali.

600 morti all’anno sulle strisce pedonali. Qui non stiamo parlando di semplice fastidio per l’ingombro della bicicletta. L’associazione Vittime della Strada denuncia che molti di questi morti, forse la maggior parte, sono dovuti alla sosta di auto troppo vicina alle strisce pedonali, che tolgono visibilità agli automobilisti e ai pedoni. In questo vogliamo prendere come esempio proprio Pontedera, che lancia la campagna contro le bici ma dove è praticamente prassi trovare auto parcheggiate sulle strisce, fatto che  a noi sembra parecchio più pericoloso:

 

Daccordi - Parcheggi pirata sui marciapiedi - Pontedera

Pontedera, definita “città ad alto rischio” per indisciplina alla guida dal quotidiano Il Tirreno

 

 

 

 

Ora sembra che agli Italiani rimanga molto difficile immedesimarsi in un disabile che deve percorrere un marciapiede. Allora non arriviamo a tanto, nonostante sarebbe sacrosanto, ma immedesimiamoci anche solamente nella comune mamma con passeggino: dove passerebbe sui marciapiedi di Pisa?

 

Daccordi - Parcheggi pirata sui marciapiedi - Pisa

 

 

Ora vogliamo giocare in casa, proprio dove noi Daccordi produciamo le biciclette, nel Comune di San Miniato. Infatti nella nostra cittadina è nella norma vedere auto parcheggiate non solo su marciapiedi e su area disabili, ma anche addirittura presso un semaforo, nonostante esistano ampi e sempre semi vuoti parcheggi in zona:

 

Daccordi - Parcheggi pirata sui marciapiedi - San Miniato

 

Inutile dire che anche qui le Forze dell’Ordine non sono mai intervenute contro questa forma di degrado. Chissà, forse segnalando la presenza di una bicicletta …

 

Potremmo andare avanti scrivendo un libro. Basta dare uno sguardo sul web per trovare cittadini che si lamentano di auto parcheggiate sulla fermata del bus, altre in zona divieto di sosta, altre ancora addirittura nell’imbocco di strade di grande comunicazione.

Eppure di tutte queste situazioni, mentre i cittadini che hanno lamentato di non essere ascoltati per quanto riguarda i reclami per auto parcheggiate male, sono stati ascoltati quelli che hanno sollevato il problema di bici parcheggiate male. Per tanto giusto che sia, a noi sembrano comunque 2 pesi e 2 misure. Vorremmo chiudere con una riflessione: l’uso dell’auto come principale mezzo di trasporto ci autorizza ad atteggiamenti al quale siamo liceizzati a soprassedere?

ORDINA LA TUA DACCORDI

Scegli la tua bici Daccordi dalla nostra collezione. Puoi decidere di averla selezionando tra le misure standard o fatta su misura per te, per le tue caratteristiche e per il tuo stile.

ORDINA LA TUA DACCORDI

DACCORDI © COPYRIGHT – 2018 ALL RIGHTS RESERVED

Daccordi S.r.l. - Via Ilaria Alpi 26/28 - 56028 - San Miniato Basso (PI), Italy | T. +39 0571 401447 - F. +39 0571 401512 | info@daccordicycles.com | daccordi@pec.daccordicycles.com
Cap.Soc. EURO 50.000, I.V.   |   C.C.I.I.A REA 150464   |   P.Iva IT01732790504   |  Cod. Univoco e-FATTURA XL13LG4